home

 

mercoledì 9 luglio 2008

Dove sta la volgarità?

Tre video: Sabina Guzzanti alla manifestazione del NOCAV.
Molte polemiche su questo intervento per la sua presunta volgarità.
Io non condivido. Volgari sono i fatti che racconta. Volgari e squallidi.
Raccontare tali volgarità con parole dolci sarebbe come affrontare un esercito con una fionda. Grazie Sabina.
Mirella





8 commenti:

SimonaUK ha detto...

Appunto. Ho voglia di abbracciarla. Notare che il sito di Sabina e' stato hackato immediatamente e come in ogni regime fascista oscurato.

Anonimo ha detto...

mirella condivido in toto la tua opinione....il bello è ke x sapere ke avevano detto di tanto insultante siamo dovute andare a cercarcelo sul web,ma ki nn vi ha accesso si sarà bevuto le c***** dei media????
betty

Mirella Izzo ha detto...

Il fatto che il sito sia stato hackato (o hackerato, che dir si voglia) non stupisce. Anzi è una sorta di prova che il suo messaggio ha funzionato, Simona.
Betty.. vero quel che dici. Altrettanto vero, secondo statistiche, che la percentuale di italiani che si forma le proprie opinioni dai tg è in diminuzione, mentre i blog, i siti internet stanno guadagnando molto terreno.
Il che la dice lunga sulla libertà di stampa e anche sul perché periodicamente ci provano a rendere internet controllabile dal potere.
E' l'unica arma vera che ha il popolo, anzi ogni popolo, che difende la libertà di opinione, internet. Un bene da difendere ad ogni costo.
Baci
Mirella

vale ha detto...

povera Sabina.. le hanno addossato le colpe di una manifestazione non riuscita.. un mare di balle per coprire gli applausi della folla ad ogni parola contro le leggi canaglia e la censura dell'informazione..

Anonimo ha detto...

eh gli piacerebbe fare come in cina...eheheheheheh
betty

Anonimo ha detto...

ciao, io sono di genova come te e da tempo leggo il tuo sito e il tuo blog.. ti stimo molto, ma in questo non sono d'accordo con te.
neanche a me piacciono il papa, la chiesa e la religione. sono atea e anticlericale. però al mondo ci sono persone che ci credono. penso che si possa dire tutto ma con rispetto. Sabina ha esagerato. è stata maleducata. Non si può dire che va tutto bene per partito preso. i concetti sono giusti ma i modi sbagliati

Mirella Izzo ha detto...

Caro Anonimo, rispetto il tuo punto di vista. Anzi, in teoria lo condivido. L'unica cosa che ci separa (nell'opinione sulla questione) è se sia a volte utile usare la "violenza verbale", quando ci si trova di fronte a "nemici" che assecondano la violenza fisica, con le loro teorie, ad esempio omofobiche e transfobiche, come è il caso del Vaticano che ogni giorno ci parla contro ma non pubblica neppure un trafiletto di disappunto ogni volta che un gay, una lesbica o una persona trans è assassinata o violentata.
Lo sdegno è tanto che, a volte, secondo il mio punto di vista, le uscite alla Guzzanti, forse non saranno grandemente utili alla causa, ma hanno un valore liberatorio per chi subisce direttamente le conseguenze della violenza di stato o di religione.
Se non ci fosse questo, la penserei come te.
Un sorriso.
Mirella

Asal ha detto...

Non vorrei fare paragoni, ma concordo a pieno con la dicitura di regime fascista è la schiavitù di una libertà apparente a volte mi fanno ridere certi signori che fanno paragoni tra oriente ed occidente.Non sono schiavi palesi ma sono schiavi di altro.
Grazie Mirella per quello che fai.
Asal