home

 

mercoledì 6 ottobre 2010

LE VIE PERVERTITE DEL MASCHILISMO: GLI SPOT TV

LE VIE PERVERTITE DEL MASCHILISMO.
COME FARE DIVENTARE NORMALE IL PIU' BIECO SESSISMO 
ATTRAVERSO UNO SPOT TV
ATTENZIONE: QUESTO VIDEO SOSTITUISCE IL PRECEDENTE
NON PIU' DISPONIBILE!!
mi occupo di maschilismo da molti anni. Un maschilismo visto dalla parte transgender, quindi di chi ha vissuto, per un periodo della propria vita, come maschio/uomo.
Il più è contenuto in un libro di prossima (auto)pubblicazione che raccoglierà, in vari capitoli, il mio testamento politico rispetto a transgender, pangender, gender studies, transfemminismo e translesbismo, in primis.
Alcune cose però non riescono a stare in un libro. Inoltre, gli esempi di questa sottocultura dominante si accumulano giorno dopo giorno. Una cosa so per certa: uno spot così negli anni '70 '80 sarebbe stato sicuramente contestato dal movimento femminista. E oggi? Oggi sembra che tutto possa "passare" perché la politica ha perso di vista le cose e segue soltanto l'ideologia del berlusconismo o dell'antiberlusconismo. Battaglia giusta da fare, quella dell'antiberlusconismo ma guai se diventa una ideologia che assorbe le proprie energie al punto da dimenticarsi di quel che accade... in parte proprio a causa dello stesso fenomeno neo autoritario proposto da B. 
Credere però che l'unica battaglia da fare sia farlo cadere e poi... tutto si risolverà magicamente, è una follia. Qualcosa la rivoluzione bolscevica russa dovrebbe insegnare: non si può cogliere "il tutto" (ideologia) dimenticandosi delle "parti" (la vita sociale e i suoi cambiamenti).
Guardate il video e... femministe... fate un fischio, invece che battervi per escludere le transfemministe dal vostro movimento!
I commenti sono bene accetti, qui, in queste pagine
Mirella Izzo

1 commento:

mchela ha detto...

e questo non è, a suo modo, maschilismo? http://www.youtube.com/watch?v=FAL3IZmKQBA